Conviene davvero avere una seconda/terza casa e metterla a reddito?

casa reddito

Conviene davvero avere una seconda/terza casa e metterla a reddito?

Quante volte hai sentito questa frase?

“I miei investimenti li ho fatti 10 anni fa. Ho le mie case e percepisco una rendita mensile dagli affitti”

Ma siamo sicuri che sia davvero così?

Siamo alle solite mi verrebbe da dire. Anche in questo caso chi ha fatto questo passo è stato guidato dallo stereotipo tipico dell'investitore italiano:

“lo hanno fatto tutti, dunque lo faccio anche io”.

In questo articolo cercherò di farti capire dati alla mano che non è proprio così. Avventurarsi nell’acquisto di un bene immobile senza un minimo di pianificazione equivale a guidare una Ferrari senza freni e con il piede fisso sull’acceleratore schiacciato. Uguale schiantarsi contro un muro a 300km/h.

Partiamo dalle basi.

Se metti a budget 300.000 Euro per l'acquisto di un bene immobile, hai bene a mente cosa fare subito?

O meglio hai un piano di realizzazione, un piano dei costi e dei ricavi della tua attività?

Ti sfugge un’altro piccolo particolare. Il più importante.

Quando metti mano al portafoglio per “comprare la casa”, in quel momento sei un imprenditore e come tale dovresti iniziarti a preoccupare di come ottenere il massimo da quell’investimento.

Purtroppo nel 99% dei casi non è così.

So già quello che ti spinge a fare questa scelta e te le riassumo in quattro fasi:

fase 1) EGO: “Compro anche io la casa perchè lo ha fatto il mio amico Gigino”;

fase 2) “SENSO DI LIBERTA'”: Metto un inquilino dentro che “mi paga l’affitto” (entusiasmo alle stelle...)

fase 3) : IMMERSIONE NELLA DURA REALTA’. Tasse, Inquilino che perde il lavoro, la moglie è in cinta…addio casa.

fase 4) : DISPERAZIONE.

Ecco perchè dovresti fare SEMPRE un minimo di pianificazione e mettere a budget costi e rischi.

Diventa davvero un incubo quando l’amministratore ti chiama (e già questo è sinonimo di problema incombente da risolvere)

Si perchè tocca a te caro “Proprietario” farti carico di una serie di spese.

Quali?

Vediamone alcune:

Manutenzione ordinaria grondaie, sifoni e colonne di scarico

Manutenzione ordinaria dei tetti e lastrici solari

Manutenzione ordinaria della rete di fognatura, compresa la disostruzione dei condotti e pozzetti

Tassa occupazione suolo pubblico per passo carrabile

Tassa rifiuti o tariffa sostitutiva

Derattizzazione e disinfestazione dei locali legati alla raccolta delle immondizie

Manutenzione ordinaria di pareti, corrimano, ringhiere di scale e locali comuni

Consumo di acqua ed energia elettrica per le parti comuni

Manutenzione delle aree verdi, compresa la riparazione degli attrezzi utilizzati

Manutenzione ordinaria di attrezzature quali caselle postali, cartelli segnalatori, bidoni, armadietti per contatori, zerbini, tappeti, guide e altro materiale di arredo

Manutenzione ordinaria di pavimenti e rivestimenti

Manutenzione ordinaria di infissi e serrande, dell’impianto sanitario

Rifacimento di chiavi e serrature

Tinteggiatura di pareti

Sostituzione di vetri

Manutenzione ordinaria di apparecchi e condutture di elettricità, dei cavi, degli impianti citofonico, videocitofonico e degli impianti individuali di videosorveglianza, per la ricezione radiotelevisiva  e per l’accesso a qualunque altro genere di flusso informativo anche da satellite o via cavo

Verniciatura di opere in legno e metallo

Manutenzione ordinaria dell’impianto di riscaldamento e condizionamento

Manutenzione ordinaria e piccole riparazioni

Consumi energia elettrica per forza motrice e illuminazione ascensore

Ispezioni e collaudi ascensori

Manutenzione ordinaria autoclave

Ricarico pressione del serbatoio autoclave

Ispezioni, collaudi e lettura contatori autoclave

Manutenzione ordinaria dell’impianto comune di illuminazione

Manutenzione ordinaria  degli impianti di suoneria e allarme

Manutenzione ordinaria dei citofoni e videocitofoni

Manutenzione ordinaria di impianti speciali di allarme, sicurezza e simili

Manutenzione ordinaria di impianti di videosorveglianza

Manutenzione ordinaria degli impianti, compreso il rivestimento refrattario

Pulizia annuale degli impianti e dei filtri e messa a riposo stagionale

Lettura dei contatori

Acquisto combustibile, consumi di forza motrice, energia elettrica e acqua

Consumo di acqua per pulizia e depurazione; acquisto di materiale per la manutenzione ordinaria

Manutenzione ordinaria antincendio

Ricarica degli estintori, ispezioni e collaudi

.

.

.

Ti chiedo scusa.

Si ti chiedo scusa se ho dimenticato qualcosa, ma avere un approccio da Imprenditore quando si mette mano al portafoglio non è semplice e non puoi permetterti di ridurre tutto a “lo faccio perchè l’ha fatto anche Gigino”.

Perchè se l’ha fatto Gigino..bhè lo prendi a quel posto anche te proprio come Gigino.

Quindi la casa a reddito conviene SI o NO?

Non sta a me dirlo, faccio l’Imprenditore e guardo una cosa sola. I NUMERI.

La sottile differenza tra chi ha successo e chi meno è una questione di NUMERI.

Numeri alla mano se proprio devo mettere 300.000 Euro a budget l’asticella dei rischi supera quella dei profitti. Partita finita. Vince il rischio sul profitto per 3 a 1.

Quindi che facciamo di questi 300.000 Euro? Li “teniamo in banca”, “alla posta”?

Esiste un alternativa a questo massacro?

Se ti dicessi che oggi c'è un'alternativa?

Se ti dicessi che oggi è possibile:

1. Ricevere una rendita annuale concordata;

2. Avere un sottostante a GARANZIA (bene immobile) intestato a te, senza l’onere di tutti quei costi come un gufo sulle spalle;

3. Fare leva sul capitale e ricevere i tuoi 30.000 Euro annui?

Un pensierino ce lo faresti?

O forse sei ancora convinto che è "meglio comprare una casa e ricevere 700 Euro al mese di affitto?"

Vincenzo.

P.S. Se vuoi partecipare a questa operazione, scrivimi in privato ==> QUI e fissiamo un appuntamento di persona.

P.P.S. Questo tipo di operazioni sono davvero limitate. Al momento ne sono rimaste solo 3 disponibili. Inutile dirti che devi essere veloce.

Be the first to comment on "Conviene davvero avere una seconda/terza casa e metterla a reddito?"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*