3 lezioni da Ray Kroc, il “founder” di McDonald’s

3 lezioni da Ray Kroc, il “founder” di McDonald’s

3 lezioni da Ray Kroc, il “founder” di McDonald’s

Ultimamente è uscito nelle sale cinematografiche italiane il film “The Founder”, che racconta la storia di come Ray Kroc ha fondato l’impero McDonald’s e cambiato la storia della ristorazione mondiale.

Devo dirti la verità. Inizialmente non avevo tutta questa voglia di vederlo, poi un gruppo di amici mi ha quasi "trascinato" e devo dire che ho dovuto ricredermi!

Non ti nascondo che il seguito è stato davvero forte, forse sta facendo più rumore ora che non nel momento del lancio.

Se ne parla e davvero tanto. E se se ne parla è gia un bene a mio modo di vedere le cose. Vuol dire aver creato quelle reaction che ogni film di rispetto deve avere al seguito.

Insomma ha lasciato l'impronta, e se non l'hai ancora visto, corri a prendere il dvd e scoprirai anche tu che ne vale davvero la pena!

Puoi imparare tante cose dalla visione di questo film, sopratutto se fai impresa e sei nel settore.

In questo articolo te le sintetizzo in tre lezioni.

1 – L’età non conta se vuoi dare una svolta alla tua vita

Se sei tra quelli che si ritengono troppo vecchi una volta superati gli enta o gli anta (a seconda della carta d’identità) per dare una svolta alla tua vita, sappi che ti stai sbagliando!

Ray Kroc è l’esempio lampante che il successo personale (e finanziario) si può ottenere anche in “tarda età”, dopo anni e anni di gavetta.

“The Founder” aveva esattamente 52 anni quando fondò quello che sarebbe diventato l’impero dei fast food!

Nei 30 anni precedenti della sua carriera lavorativa aveva provato qualsiasi lavoro: venditore di bicchieri di carta, pianista, musicista jazz, speaker radiofonico...

Quindi, se pensi che sia troppo tardi per cambiare vita o credi che ormai tu sia troppo vecchio perché la tua occasione possa arrivare, sappi che hai ancora tutta la vita davanti!

Non è mai troppo tardi per essere ciò che avresti potuto essere – G. Eliot

2 – Pensa in grande, non accontentarti

“Quella notte nella mia stanza di motel non riuscivo a togliermi dalla testa  quello che avevo visto durante il giorno. Visioni di ristoranti McDonald’s a ogni angolo di strada hanno sfilato attraverso il mio cervello”

Con questa visione, Kroc avrebbe rivoluzionato l’industria della ristorazione così come Henry Ford lo fece qualche anno prima con l’industria automobilistica.

Il fatto di rendere replicabile su tutto il territorio americano il modello di ristorazione di quella piccola caffetteria, è stata la vera intuizione che ha trasformato McDonald’s nell’impero che conosciamo oggi.

Il grande merito del “founder” è stato quello di credere in un progetto tanto ambizioso quanto apparentemente folle per gli standard dell’epoca.

Punta alle luna. Anche se la manchi finirai tra le stelle – Les Brown

Lezione 3 – Segui l’istinto, l’occasione è dietro l’angolo

Tutto è nato da UN EPISODIO.

Nel 1952, il venditore di frullatori Ray Kroc piazza un ordine di 8 pezzi a una caffetteria californiana.

Si dice che Kroc stesse pensando già da un po’ alla pensione. Insomma, chiunque altro al suo posto l’avrebbe considerato un bel colpo di fortuna, una sorta di canto del cigno.

Invece lui, guidato dal suo istinto, decise di conoscere la realtà che si celava dietro quell’insolito ordine. Affrontò un lungo viaggio ma si può certo dire che il gioco sia valso la candela, non credi?

Tutto ciò mi ricordano le parole di un altro che nell’industria americana e mondiale ha avuto un impatto simile

Steve Jobs:

Dobbiamo avere il coraggio di seguire il nostro cuore e la nostra intuizione. In qualche modo, essi sanno che cosa vogliamo diventare

Vincenzo.

Be the first to comment on "3 lezioni da Ray Kroc, il “founder” di McDonald’s"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*